UN RE MINORE

22 Views

A volte, ci vediamo grandi

proiettati da tanta superbia

su uno schermo piatto,

ma siamo solo indistinte ombre

e svaniamo di scatto

quando capiamo che su questa valle

il nostro peso l’ha sempre subito

chi ci portò sulle spalle.

Una volta, guardando mio padre

gli lessi in volto milioni d’affanni

in una singola ruga,

che sotto un occhio disegnava una croce

come una lacrima in fuga.

E mentre lui se ne andava da Dio

mi venne in mente che a bene guardarla

quella sua croce ero io.

E mentre stava chiudendo i suoi occhi

sul dolore che si era assopito

sentii benissimo suonare i rintocchi

di quell’ora che per sempre ci ha unito.

D.R.

In foto: “Crocifissione”, di Neri di Bicci, seconda metà del Quattrocento, particolare con Cristo e Giovanni.

About Post Author

Domenico Rosaci

Domenico Rosaci è Professore Associato di Sistemi di Elaborazione delle Informazioni, e conduce ricerche nel campo dell'Intelligenza Artificiale. E' autore dei saggi sull'esoterismo "Arcana Memoria" e "Il Labirinto del Cristo" e dei romanzi "Il Sentiero dei Folli", "La Zingara di Metz" e "I Fiori di Tanato", pubblicati da Falzea Editore.
Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleppy
Sleppy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Translate »