L’ILLUSIONE DEL POTERE

188 Views

La politica, per come viene intesa ai nostri tempi, serve a chi vuol conquistare un potere che si traduca in denaro e privilegi, e a chi vuol ricevere benefici da chi detiene il potere.

La politica così intesa si nutre solo di menzogne, falsità vendute per promesse, smentite costantemente dalle azioni che ognuno può osservare e che, se volesse essere onesto con sé stesso, gli svelerebbero cosa sia davvero, oggi, la “gens politica”.

Gente che non fa altro che promettere ciò che “gli altri” non hanno dato, che dice di sé di essere “diversa”, nel senso di “buona” in un mondo di “cattivi”, e che poi non sente il dovere di dare concretezza alle proprie parole ma innesca soltanto un circolo vizioso di attacchi verbali ai “nemici”, contribuendo solo a creare fazioni ostili, divisioni e smantellamento di tessuto sociale. Gente che non serve a nulla, se non a fare danni.

Frequentare questi ambienti, allenarsi a mentire, a diffondere illusioni, o a nutrirsi di quelle diffuse dagli altri, degrada l’essere umano, facendogli perdere il contatto con i valori autentici dell’esistenza, quelli che procurano il benessere: le relazioni umane basate sulla sincerità, l’onestà intellettuale, l’amore per la conoscenza e la verità, la libertà di pensiero, il rispetto per la libertà altrui. La politica attuale è addestramento a non coltivare tali valori, e a disintegrarli.

C’è chi dice che non è così, che invita a “non fare di tutta l’erba un fascio”, che afferma che “anche in politica c’è gente onesta” e altri presunti ammaestramenti ai quali io personalmente non attribuisco alcun credito, considerandoli dei meri luoghi comuni privi di reale contenuto di conoscenza.

Va da sé che in qualunque settore dell’umanità ci stia gente onesta, ma non si vede come tale presenza possa incidere su un sistema che ha finalità opposte rispetto a qualunque tipo di onestà, a partire da quella intellettuale. Sarebbe come a dire che anche nella mafia ci sta gente onesta. Possiamo anche crederci (magari con sforzo) ma questo dovrebbe forse cambiare qualcosa circa la nostra percezione della mafia, sapendo quali sono gli obiettivi di sistema della stessa?

Ciò nonostante, ho il massimo rispetto per chi crede in tali affermazioni, e pratica l’attività politica, in buona fede ed evitando di commettere azioni scorrette o di praticare il malaffare. Ognuno infatti non solo è libero di credere in ciò che vuole, ma soprattutto nessuno ha la verità in bocca, ed io esprimo semplicemente delle opinioni basate sulla mia personale esperienza, nulla di più e niente di meno.

Ognuno sceglie la propria strada, e se avrà bene scelto godrà in prima persona i frutti delle proprie scelte mentre in caso contrario sarà il solo responsabile del proprio malessere.

Perciò io mi tengo lontano, lontanissimo dalla politica attuale, ritenendola causa di uno dei malesseri più profondi: l’illusione del potere.

About Post Author

Domenico Rosaci

Domenico Rosaci è Professore Associato di Sistemi di Elaborazione delle Informazioni, e conduce ricerche nel campo dell'Intelligenza Artificiale. E' autore dei saggi sull'esoterismo "Arcana Memoria" e "Il Labirinto del Cristo" e dei romanzi "Il Sentiero dei Folli", "La Zingara di Metz" e "I Fiori di Tanato", pubblicati da Falzea Editore.
Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleppy
Sleppy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Translate »